Caricamento...
AREE D’AZIONE
SERVIZI IN EVIDENZA

Vuoi diventare un’azienda climate positive?

Il 36% dei consumatori italiani ha già deciso di non acquistare più alcuni dei prodotti che causano un impatto negativo sull’ambiente.
Che cosa sta facendo la tua azienda per conquistare il pubblico di domani?
Scopri l’approccio MARC, ideato per accompagnare persone e organizzazioni lungo un percorso di responsabilità ambientale e sociale.

SCOPRI MARC

Certifica la sostenibilità della tua destinazione

Per il turista europeo l’ambiente è la terza motivazione di viaggio e il primo fattore di fidelizzazione. Ancge per questo motivo è fondamentale che le destinazioni turistiche elaborino un’offerta adatta agli utenti più sensibili. Etifor, membro del Global Sustainable Tourism Council (GSTC), ha supportato la prima destinazione turistica in Italia certificata GSTC. Scopri con noi come diventare una destinazione sostenibile e certificata.

SCOPRI GSTC

Vuoi creare o migliorare la tua area naturale?

La procedura FSC® sui Servizi Ecosistemici è un valido strumento per le aziende che vogliono contribuire alla lotta alla crisi climatica sostenendo e finanziando i gestori forestali che attraverso le loro attività di gestione generano gli impatti positivi sulla biodiversità, il suolo, l’acqua, l’assorbimento della CO2 e sui servizi ricreativi. Scopri come possiamo supportarti durante questo percorso.

SCOPRI FSC®

Perché investire in foreste?

Dal punto di vista finanziario, l’inclusione di investimenti forestali all’interno dei portafogli d’investimento offre numerosi vantaggi. Scopri di più leggendo il nostro approfondimento o contattaci per valutare la scelta più adatta all’interno delle tue strategie di Sustainable and Responsible Investment (SRI) e Impact Investments.

SCOPRI DI PIÙ

La natura ti fa bene. Prenditene cura.

Adotta o regala un albero, per migliorare la tua città, il tuo paese e il tuo pianeta.
Scopri tutte le aree in cui sta per nascere un nuovo bosco.

SCOPRI WOWNATURE
WHAT’S GOING ON

Economia circolare: l’opportunità per ripensare il settore agro-alimentare

  • 2021

Scopri perché è indispensabile ripensare il settore agro-alimentare e invertire la tendenza del modello lineare che sfrutta gli ecosistemi senza dare il tempo alla natura di rigenerarsi.

Read More

Il nostro modello di sviluppo lineare richiede una quantità di risorse superiore a quelle che la terra può fornire. Ogni anno, l’Earth Overshoot Day (WWF, 2016), ovvero il giorno in cui la popolazione mondiale esaurisce il suo budget ecologico, viene anticipato. I limiti del modello di sviluppo lineare Per soddisfare i bisogni e gli stili di vita della popolazione mondiale non diamo il tempo agli ecosistemi di rigenerarsi e rigenerare le risorse di cui abbiamo bisogno. Questo modello di sfruttamento incontrollato delle risorse, oltre ad avere eroso le riserve naturali di molte materie prime, sta modificando gli equilibri naturali in modo irreversibile. L’esempio più eclatante ce l’abbiamo sotto gli occhi – la combustione delle fonti fossili (carbone, petrolio, gas metano), conservati nel sottosuolo da milioni di anni, ha provocato l’alterazione del ciclo del carbonio a livello mondiale, con un aumento della concentrazione dell’anidride carbonica e di altri gas serra in atmosfera, con conseguenze catastrofiche a cui diamo il nome di crisi climatica. Il grafico estratto dal Circular Gap Report, redatto da (Circle Economy, 2018), non lascia spazio alle interpretazioni - nell’ultimo secolo abbiamo triplicato il consumo di risorse, e le previsioni rispetto all’attuale modello economico ci dicono che questa tendenza è in continuo aumento, con una previsione di 170-184 Gigatonnellate di risorse estratte al 2050. Valore dell'estrazione di materie prime dal 1900 al 2015 e andamento previsto fino al 2050 (Circle Economy, 2018). Cosa fare per invertire questa tendenza? Dobbiamo puntare ad un modello circolare, ovvero creare un sistema rigenerativo in cui i beni che produciamo rimangono il più a lungo nel ciclo economico senza perdere il loro valore. L’economia circolare mira ad eliminare il concetto di rifiuto - i prodotti sono progettati e pensati per un ciclo di smontaggio e disassemblaggio al termine del loro utilizzo. In quest’ottica, anche il concetto di riciclo diventa obsoleto e deve essere adottato solamente quando i materiali perdono definitivamente la loro utilità e funzione. L’applicazione di questi approcci nelle catene di valore permette di ridurre al minimo gli input di materiali, energia e lavoro, riducendo la dipendenza del nostro sistema economico dalle materie prime e da fonti non rinnovabili. Ma come possiamo capire nel concreto l’economia circolare? Partiamo da due definizioni fondamentali che separano nettamente due cicli di materiali, in base alla tipologia di risorsa: Ciclo dei materiali biologici: sono quei materiali che possono tranquillamente essere reimmessi nella biosfera al termine di uno o più cicli di utilizzo, dove si biodegradano nel tempo, restituendo i nutrienti incorporati all'ambiente. Ciclo dei materiali tecnici: questi materiali, come i metalli, la plastica e i prodotti chimici sintetici, devono continuamente circolare nel sistema in modo che il loro valore possa mantenersi o essere recuperato. Questi due cicli non devono mai intrecciarsi tra loro; per evitare contaminazioni e inquinamento è necessario che i materiali tecnici non entrino nella biosfera e per garantire la rinnovabilità dei nutrienti biologici dobbiamo essere capaci di separarli dai materiali tecnici per

Economic Impacts of Forest Storms

  • 2021

In questo articolo, gli autori hanno analizzato l’andamento dei prezzi di mercato del legname venduto in piedi e su strada nelle tre regioni maggiormente colpite dalla tempesta Vaia.

Read MoreLEGGI L'ARTICOLO IN INGLESE

La situazione del mercato del legno nell'Italia nord-orientale post tempesta Vaia

Project Manager per progetti di Water Conservation Lavora con noi

  • Entro il 25 Aprile, 2021

Siamo alla ricerca di un/una collega per gestire due progetti di ricerca Europei, REXUS e LENSES, sul Water-Energy-Food Nexu.

Read More

Chi siamo Etifor ripristina l’equilibrio tra uomo e natura. Come? Migliorando il valore della natura attraverso la scienza, l’innovazione e la governance. Il nostro lavoro consiste nell’aiutare i clienti ad aumentare i benefici economici, ambientali e sociali di politiche, progetti e investimenti. Insieme sfideremo le questioni ambientali e sociali con l’obiettivo di valorizzare la natura. Far parte del nostro team significa anche condividere i nostri valori; l’unica cosa che conta per noi è quanto sia verde il tuo cuore e non la tua provenienza, origine, religione, sesso, orientamento sessuale o disabilità. Chi stiamo cercando? Siamo alla ricerca di un/una collega per gestire due progetti di ricerca europei, REXUS e LENSES, sul nesso fra acqua-cibo-energia. I due progetti indagheranno inoltre gli usi dell'acqua per l'agricoltura, l'energia e la conservazione ecologica. Leggi il nostro annuncio (in lingua inglese) per scoprire se cerchiamo proprio te! Scadenza per inviare la propria candidatura: 25 aprile 2021

Facilitazione, design thinking, gaming e coinvolgimento

  • 2021

Il segreto per migliorare produttività e spirito di squadra? Lasciar fare al Good Vibe Manager che porta il buonumore attraverso sperimentazioni con il gaming e coinvolgimento orizzontale di tutta l’azienda nei processi decisionali.

Read More

Ecco il nostro segreto per migliorare produttività e spirito di squadra con il buonumore

LE NOSTRE INIZIATIVE