Caricamento...
AREE D’AZIONE
SERVIZI IN EVIDENZA

Servizio di assistenza tecnica del bando “BioClima”

Regione Lombardia concede finanziamenti in conto capitale a fondo perduto agli Enti gestori delle aree protette e dei siti Natura 2000  e alle Amministrazioni pubbliche per la realizzazione di interventi di conservazione della biodiversità, di adattamento al cambiamento climatico e di valorizzazione dei servizi ecosistemici di foreste, aree protette e reti ecologiche lombarde, attraverso il coinvolgimento del settore privato.

SCOPRI IL SERVIZIO

Vuoi diventare un’azienda climate positive?

Il 36% dei consumatori italiani ha già deciso di non acquistare più alcuni dei prodotti che causano un impatto negativo sull’ambiente.
Che cosa sta facendo la tua azienda per conquistare il pubblico di domani?
Scopri l’approccio MARC, ideato per accompagnare persone e organizzazioni lungo un percorso di responsabilità ambientale e sociale.

SCOPRI MARC

Certifica la sostenibilità della tua destinazione

Per il turista europeo l’ambiente è la terza motivazione di viaggio e il primo fattore di fidelizzazione. Ancge per questo motivo è fondamentale che le destinazioni turistiche elaborino un’offerta adatta agli utenti più sensibili. Etifor, membro del Global Sustainable Tourism Council (GSTC), ha supportato la prima destinazione turistica in Italia certificata GSTC. Scopri con noi come diventare una destinazione sostenibile e certificata.

SCOPRI GSTC

Vuoi creare o migliorare la tua area naturale?

La procedura FSC® sui Servizi Ecosistemici è un valido strumento per le aziende che vogliono contribuire alla lotta alla crisi climatica sostenendo e finanziando i gestori forestali che attraverso le loro attività di gestione generano gli impatti positivi sulla biodiversità, il suolo, l’acqua, l’assorbimento della CO2 e sui servizi ricreativi. Scopri come possiamo supportarti durante questo percorso.

SCOPRI FSC®

Perché investire in foreste?

Dal punto di vista finanziario, l’inclusione di investimenti forestali all’interno dei portafogli d’investimento offre numerosi vantaggi. Scopri di più leggendo il nostro approfondimento o contattaci per valutare la scelta più adatta all’interno delle tue strategie di Sustainable and Responsible Investment (SRI) e Impact Investments.

SCOPRI DI PIÙ

La natura ti fa bene. Prenditene cura.

Adotta o regala un albero, per migliorare la tua città, il tuo paese e il tuo pianeta.
Scopri tutte le aree in cui sta per nascere un nuovo bosco.

SCOPRI WOWNATURE

Scopri come valorizzare le aree naturali

Il nostro territorio ha enormi risorse ambientali ed è ricco di aree naturali che forniscono importanti servizi ecosistemici alla popolazione. La gestione delle aree protette e delle risorse naturali è una materia complessa: per questo, ci proponiamo di affrontarla con un approccio interdisciplinare, che sappia rispondere alle istanze istituzionali, tecniche ed economiche. Un approccio chiamato GRAN.

SCOPRI GRAN

Rigenera le tue filiere con il metodo EMMA

La principale causa di deforestazione nei paesi tropicali è il disboscamento legato all’espansione delle aree agricole. Scopri come aiutiamo i nostri partner ad allinearsi al regolamento europeo ‘Zero Deforestation’ (EUDR) che obbligherà le aziende a rendere più sicure e tracciate le proprie filiere.

SCOPRI EMMA
WHAT’S GOING ON

La Procedura sui Servizi Ecosistemici di FSC: uno standard internazionale leader per la certificazione dei servizi ecosistemici forestali

  • 2022

All’Assemblea generale dell’FSC, tenutasi lo scorso ottobre a Bali, i membri hanno votato una mozione politica per posizionare l’FSC come standard internazionale leader per la certificazione dei servizi ecosistemici delle foreste, al fine di sostenere le strategie di mitigazione. La mozione è stata presentata da Etifor ed è stata approvata con un ampio e schiacciante consenso.

Read More

Nel pieno della crisi ecologica e climatica che stiamo affrontando, la salvaguardia e la gestione responsabile delle foreste possono giocare un ruolo centrale. Se protette e ben gestite, le foreste possono, infatti, fornire importanti benefici (in gergo tecnico chiamati “servizi ecosistemici”) in termini di assorbimento e stoccaggio della CO2 - contribuendo quindi alla mitigazione del cambiamento climatico - conservazione della biodiversità, miglioramento della qualità delle acque e molto altro. Nel 2018, FSC ha lanciato la Procedura FSC sui Servizi Ecosistemici, uno strumento che permette ai proprietari e gestori forestali certificati FSC di identificare, misurare e verificare con controllo di parte terza gli impatti positivi della loro gestione responsabile su cinque categorie di servizi ecosistemici. L’obiettivo di fondo di questa procedura è quello di facilitare l’accesso ai mercati dei servizi ecosistemici e, in particolare, l’accesso a fondi e finanziamenti che possano garantire la continuità o il ripristino dei servizi ecosistemici stessi. Dal 2018 ad oggi, la procedura è stata applicata e testata da molti gestori forestali in tutto il mondo e numerose aziende hanno sponsorizzato i servizi ecosistemici verificati, creando opportunità per le comunità locali, per la conservazione della biodiversità e per l’adattamento al cambiamento climatico. Etifor, essendo uno sviluppatore di progetti attivo in diversi paesi nel mondo, ha da sempre ricoperto un ruolo chiave nel sistema e ha contribuito a catalizzare l’interesse di sponsor locali e internazionali, concorrendo quindi, in definitiva, al successo della Procedura stessa. Tuttavia, con un mercato internazionale dei servizi ecosistemici in crescita esponenziale – non solo quando si parla di servizi ecosistemici legati al carbonio, storicamente trainanti, ma anche nei servizi legati a biodiversità e risorsa idrica – è emersa la necessità di evolvere il posizionamento di FSC e della Procedura stessa in questi mercati Per questo motivo l’Assemblea Internazionale di FSC - composta da centinaia di soci rappresentanti dei settori ambientali, sociali ed economici - ha deciso, attraverso una mozione politica, che FSC dovrà posizionarsi come lo standard internazionale leader per la certificazione dei servizi ecosistemici forestali a supporto delle strategie di mitigazione degli impatti e degli obiettivi net-positive e net-zero di aziende, organizzazioni e governi. La mozione, presentata da Etifor e altri due soci rispettivamente della camera sociale e ambientale dell’assemblea, è stata approvata con un supporto schiacciante e trasversale: il “sì” ha vinto ottenendo l’86% dei voti complessivi ed arrivando al 90% nella camera economica, all’89% nella camera ambientale e al 78% nella camera sociale. Un segnale, questo, della validità della proposta sotto tutti i punti di vista: sociale, economico ed ambientale. La Procedura FSC per i servizi ecosistemici è uno strumento, quindi, che può essere utilizzato da organizzazioni pubbliche e private per dimostrare i propri progressi nel raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità e responsabilità ambientale e sociale e che, grazie all’implementazione del meccanismo di benefit sharing (condivisione del beneficio) previsto dalla Mozione, assicura che le risorse messe in campo dagli sponsor dei servizi ecosistemici arrivino effettivamente ed efficacemente alle foreste e alle comunità che le vivono e gestiscono.

Le foreste urbane per città più verdi e sostenibili

  • 2022

Il progetto Uforest ha creato un nuovo corso online gratuito sulle foreste urbane. Attraverso lezioni frontali e casi studio pratici, il corso mira a fornire conoscenze base sulla forestazione urbana e le diverse discipline che essa coinvolge, dall’arboricoltura alla pianificazione e al coinvolgimento della comunità locale.

Read More

Scopri come promuovere la transizione verde delle città con il nuovo corso di Uforest

Cosa cambia per le aziende secondo l’ambiziosa versione del Parlamento Europeo del regolamento UE contro la deforestazione

  • 2022

Il 13 settembre il Parlamento europeo ha votato una nuova versione della proposta di regolamento contro la deforestazione. Questa versione viene presentata come più forte e ambientalista, accogliendo molti degli emendamenti suggeriti dalla Commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (ENVI).

Read More

Il 13 settembre il Parlamento Europeo ha votato una versione rafforzata e più “ambientalista” della proposta della Commissione europea, pubblicata lo scorso novembre, per un regolamento contro la deforestazione. Gli emendamenti alla proposta originale -  suggeriti dalla Commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (ENVI) del Parlamento e contenuti nell’omonimo Report -  rispondono a molte delle preoccupazioni sollevate dalla società civile nei mesi scorsi, tra cui l’esclusione di altri ecosistemi non forestali (savane e torbiere) dall’ambito di applicazione della normativa. Le modifiche su cui il Parlamento si è espresso riguardano in particolare la volontà di  i) ampliare l’ambito di applicazione del regolamento anche agli allevamenti di suini, ovini e caprini, pollame, e alle coltivazioni di mais e gomma, prodotti a base di olio di palma, nonché al carbone di legna e alla carta stampata; ii) includere nella definizione di foreste “altri terreni boschivi” o ecosistemi non forestali (come la savana del Cerrado in Brasile); iii) introdurre misure di dovuta diligenza per le banche e istituzioni finanziarie per garantire che le loro attività non favoriscano la deforestazione globale. Tra le proposte votate in plenaria ritroviamo anche l’obbligo per le aziende di verificare che la produzione rispetti le disposizioni di diritto internazionale sui diritti umani e i diritti delle popolazioni indigene, nonché quello di sostenere i piccoli agricoltori nel raggiungimento della conformità. Al di là di quanto discusso e votato sui grandi temi ambientali e sociali, il Parlamento ha riesaminato anche gli articoli di carattere più operativo, come quelli riguardanti le modalità di esecuzione di verifiche e controlli da parte delle autorità e gli obblighi per gli operatori che vogliono importare ed esportare i beni e prodotti coperti dal regolamento. Sebbene le modifiche siano numerose, in questo articolo presenteremo e faremo luce solo sugli aspetti tecnici e operativi più  salienti per le aziende europee. Ampliamento del campo di applicazione Il Parlamento europeo non solo ha rafforzato la proposta della Commissione europea ampliando il campo di applicazione delle materie prime e i loro  derivati ma ha anche i) anticipato di un anno la data limite oltre la quale questi sono da considerarsi "esenti” o meno  da deforestazione, ii) esteso la definizione di "deforestazione" e iii) incluso le istituzioni finanziarie tra gli operatori soggetti  alla dovuta diligenza per impedire loro di sostenere progetti e/o attività legati alla deforestazione, al degrado o alla conversione delle foreste. Commissione UE Parlamento UE Deforestazione "Conversione di foreste ad uso agricolo, indotta o meno dall'uomo" "Conversione, indotta o meno dall'uomo, di foreste o altre terre boschive ad uso agricolo o a foreste di piantagione" Deforestazione-zero "Tutte le materie prime e i prodotti agricoli, compresi quelli usati per i prodotti interessati o in essi contenuti, prodotti su terreni che non siano stati oggetto di deforestazione" e "il legno raccolto senza causare il degrado della foresta di origine dopo il 31 dicembre 2020" Aggiunge che non devono aver causato o contribuito alla conversione delle foreste e non dopo il 31 dicembre 2019 Ambito dei

Etifor è diventata B Corp

  • 2022

Questo autunno abbiamo ottenuto la certificazione internazionale B Corp e siamo diventati il primo spin-off dell’Università di Padova a raggiungere questo traguardo.

Read More

Siamo parte di un movimento globale di aziende che rispettano alti standard di impatto sociale e ambientale

LE NOSTRE INIZIATIVE
CO-FINANZIATORI DEI NOSTRI PROGETTI
Torna in cima