Meccanismi di finanziamento “green” per una città sostenibile e resiliente


  • Investimenti sostenibili
  • Etifor
  • UEItalia
  • 2020-2023

Mai come durante la pandemia di COVID-19, che ci ha costretti tra le mura domestiche per interi mesi, abbiamo realizzato l’importanza di poter avere la natura vicino a noi. Attualmente circa il 75% della popolazione europea vive nelle città e ci si aspetta che questa percentuale raggiunga quasi l’85% entro il 2050 (UN, 2019). Questo fenomeno intensifica l’impatto delle dinamiche del cambiamento climatico, rendendo le aree urbane più vulnerabili ai rischi climatici e minacciando la qualità della vita. Ciò provoca grandi sfide ambientali, sociali ed economiche che le aree urbane devono affrontare con urgenza. Basti pensare alle conseguenze dell’inquinamento dell’aria, agli effetti delle isole di calore, agli stili di vita sedentari, all’aumento delle malattie croniche e non trasmissibili. Ma anche a minore disponibilità di risorse, crescita economica iniqua, maggiore probabilità di rischio di catastrofi, degrado dell’ecosistema e perdita di biodiversità.

Come possiamo affrontare queste sfide? Ovviamente la Natura ci può aiutare!

Le soluzioni basate sulla natura (Nature-based Solutions o NBS) rappresentano un concetto ampio che include azioni e soluzioni ispirate alla natura e alla gestione sostenibile di ecosistemi naturali o antropici per affrontare le sfide socio-ambientali. Il loro ruolo non è solo correlato alla generazione di impatti ambientali positivi, ma anche alla massimizzazione di benefici sociali ed economici migliorando la salute e il benessere dei cittadini. Per questi motivi sono considerati dai ricercatori fondamentali per realizzare future città vivibili, resilienti e sostenibili.

Il problema

L’attenzione verso la NBS sta crescendo sia a livello nazionale che da parte dell’UE, tuttavia, c’è ancora un forte divario nell’ammontare di finanziamenti necessari per implementare queste soluzioni su larga scala e raggiungere gli obiettivi che l’UE pone in materia di clima e biodiversità. Pertanto, è importante identificare nuovi approcci per finanziare le NBS, in particolare per quanto riguarda il coinvolgimento del capitale privato. Inoltre, affinché ciò sia possibile, è anche essenziale comprendere meglio come misurare e fornire prove sugli impatti positivi della NBS in modo efficace.

Quindi, l’obiettivo generale della ricerca è quello di contribuire a confrontare e indagare meglio gli approcci per finanziare soluzioni basate sulla natura per la sostenibilità, la resilienza e il benessere urbani.

La soluzione

Durante i tre anni del dottorato di ricerca, Anna Biasin, la nostra candidata cercherà di raggiungere i seguenti obiettivi:

  • Identificare il livello e i meccanismi di coinvolgimento della finanza privata nell’implementazione delle soluzioni basate sulla natura a livello europeo;
  • Valutare l’implementazione di alcuni casi di soluzioni basate sulla natura, inclusa l’identificazione e il calcolo degli impatti economici, ambientali, sociali e di governance (ESG);
  • Identificare potenziali meccanismi finanziari e di governance che potrebbero permettere di aumentare (incentivare) il coinvolgimento della finanza privata nell’implementazione di soluzioni basate sulla natura nelle città.

Il nostro contributo

La Fondazione CARIPARO ed Etifor stanno co-finanziando il dottorato di ricerca triennale presso l’Università degli Studi di Padova (LEHR program) che svilupperà queste tematiche: la dottoranda sta lavorando fianco a fianco con il team di Etifor, che le fornisce supporto tecnico e pratico, creando un reciproco e proficuo scambio di conoscenze ed esperienze.