Padova diventa capitale dell’innovazione green ECOSTAR The Nature-Accelerator

Home|Aggiornamento progetto, Archivio, Investimenti sostenibili, What's going on|Padova diventa capitale dell’innovazione green ECOSTAR The Nature-Accelerator

Dai cracker di grillo fino al miele Swahili, dai combustibili a basso impatto ambientale fino all’App che condivide angoli di natura, passando per la blockchain, l’agritech 4.0, i mobili di legno riciclato e l’olio sostenibile per i più poveri; queste sono le 8 startup selezionate per la prima edizione del The Nature-Accelerator il primo acceleratore dell’Università di Padova ospitato nel Campus di Agripolis.

Protagonisti dell’evento MEET THE STARTUPS di questo 29 maggio, sono stati gli 8 team provenienti da 3 diversi continenti scelti per il programma fra oltre 250 realtà provenienti da 49 paesi diversi che hanno partecipato alla pre-selezione.

Dal 28 maggio al 19 luglio 2018 nel Campus di Agripolis andrà in scena la prima edizione del The Nature-Accelerator, l’acceleratore dedicato alla natura unico al mondo nel suo genere, ideato e promosso da Etifor Srl e il Dipartimento Territorio e Sistemi Agro-forestali (TESAF) dell’Università degli Studi di Padova nell’ambito del progetto europeo ECOSTAR.

Il The Nature-Accelerator, che vede tra i suoi partner operativi Galileo Visionary District e Unismart, conta sul supporto di ben 7 partner internazionali fra università e aziende e sul co-finanziamento della Commissione Europea, che ha investito nell’intera iniziativa 1 milione di euro, della Regione Veneto e di Fledge, impact investor di Seattle (USA) che ha scelto di credere nell’acceleratore.

Il programma, progettato per guidare gli imprenditori lungo il percorso verso la sostenibilità finanziaria e ambientale, fornirà a ognuna delle aziende selezionate 30.000 euro fra investimenti seed e servizi attraverso 8 settimane di accompagnamento mirato e il supporto di centinaia di mentor.

Durante le 8 settimane di lavoro le startup si confronteranno con un team internazionale di investitori ed esperti di business (tra cui lo stesso Luni Libes fondatore e direttore generale di Fledge), tecnici del settore e ricercatori in grado di accompagnare i neo-imprenditori in un percorso di accelerazione che si concluderà con un confronto diretto fra startupper e stakeholder.

Giovedì 19 luglio, nella magica cornice dell‘Orto Botanico di Padova, si terrà il DEMO DAY durante il quale le startup presenteranno le loro attività davanti alla platea di investitori locali e internazionali, pubblici e privati, pronti a valutare le imprese che riterranno più valide.

Sono orgoglioso, come CEO di Etifor e Coordinatore di progetto per l’Università di Padova, di aver dato vita ad ECOSTAR: un’iniziativa che ha permesso a tantissime realtà del mondo dell’innovazione e dell’imprenditoria di mettersi a confronto facendo nascere il primo acceleratore dedicato alle risorse naturali. Abbiamo scelto di portare il Nature-Accelerator nel Campus di Agripolis perché è qui che è nato tutto. Un luogo di eccellenza dove le startup possono entrare in contatto con il cuore della Ricerca& Sviluppo in ambito agroforestale, alimentare e ambientale in senso latoAlessandro Leonardi, CEO di Etifor Srl e ideatore dell’acceleratore.

«Siamo entrati fin dal principio con entusiasmo nella progettazione e nella realizzazione dell’evento» dichiara Emiliano Fabris direttore del Galileo Visionary District «mettendo a disposizione le nostre competenze in tutte le fasi, sia formative che consulenziali, del percorso di accompagnamento delle 8 Start Up internazionali protagoniste del percorso di accelerazione di The Nature Accelerator. Lo abbiamo fatto e lo faremo convinti che il modello degli acceleratori verticali, inerenti cioè a settori specifici, siano strumenti di cui il nostro territorio ha bisogno e stiamo già lavorando ad altri progetti di questa natura nel prossimo futuro».

Scopri di più sulla prima edizione del Nature-Accelerator su Ecostarhub.com